#ilpddipalomipiace

Tari: meno 16,54%

22/06/2018

PREMESSA

A partire dal 1° gennaio 2014 è stata istituita in tutti i comuni la IUC ( Imposta Unica Comunale ) che si basa su due presupposti impositivi: uno costituito dal possesso di immobili e collegato alla loro natura e valore ( IMU ) e l’altro collegato all’erogazione e fruizione  di servizi comunali. La componente riferita ai servizi si articola nel tributo per servizi indivisibili (TASI), a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile, e nella tassa sui rifiuti (TARI), destinata a finanziare il costo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell’utilizzatore. La TARI è a carico dei cittadini e deve coprire integralmente il costo del servizio. I costi del servizio sono definiti ogni anno sulla base del Piano finanziario degli interventi e dalla relazione illustrativa. Il Piano finanziario previsto dalla normativa TARI “tassa sui rifiuti” è lo strumento base per la determinazione del costo del servizio di raccolta e smaltimento degli r.s.u. (rifiuti solidi urbani), e premessa per determinare esattamente le tariffe.

UN PO’ DI STORIA

Il 27 Aprile del 2016 con contratto-rep. n. 3262, la gestione dei servizi di raccolta e trasporto degli r.s.u. è stato affidato dall’ARO BA2, di cui il Comune di Palo del Colle fa parte con tutte le incombenze connesse allo smaltimento dell’indifferenziato, della frazione umida e secca, della vendita da parte del comune del materiale differenziato (vetro, carta, metalli, plastica) e il rifiuto da spazzamento meccanico, trattato alla stregua di rifiuto differenziato, conferito non in discarica ma ad una azienda specializzata.

Do not cross the line caution vector tape. Seamless police warning tape set. Prohibiting red lines.

Questa operazione portava, nel momento in cui si doveva determinare la TARI 2016, ad un incremento secco della tassa di € 266.884,06, con decorrenza dall’1 luglio 2016 e per i restanti sei mesi del 2016. Entro il 30 di aprile 2016 si dovevano approvare tutti i documenti propedeutici all’approvazione del bilancio di previsione 2016 tra cui appunto la TARI che doveva  contenere l’aumento dovuto al nuovo contratto di appalto (leggere Piano Finanziario TARI 2016 ). Questa procedura non si è realizzata (da parte della precedente amministrazione), di conseguenza non si è approvato il bilancio di previsione 2016 che, invece è stato redatto da un commissario prefettizio ad acta, il 9 giugno 2016 e approvato dalla nuova Amministrazione, appena insediatasi, il 27 luglio 2016. L’adeguamento mancato della TARI 2016, per legge, è stato riportato al 2017 che oltre alla presenza del costo annuale 2017 del nuovo contratto ha sommato il mancato aumento 2016 (Piano Finanziario TARI 2017 ) .

Per il 2018 abbiamo riscontrato una riduzione del costo del servizio che ha portato ad una previsione 2018 di riduzione della tariffa di circa 600.000,00 € cosi come è stato riportato alla cittadinanza, all’indomani della approvazione della TARI in consiglio comunale il 28 marzo scorso, in un manifesto affisso per le strade della città.

In sintesi:

TARI 2018 SU TARI 2017 = – 15,20%

TARI 2018 SU TARI 2016 = –  1,34%

Ma le sorprese positive non finiscono qui.

  1.  il risparmio per i cittadini che differenziano i rifiuti (carta, vetro, plastica, metalli) ha portato ad un’entrata di  € 134.899,00 che produce effetti positivi di pari importo in termini di riduzione Ta.Ri.
  2. La premialità da attribuire alle maestranze COGEIR per il raggiungimento e superamento della frazione differenziata % sul totale dei volumi trattati.
  3. Il saldo positivo in termini di riduzione del costo della doppia presa dal 1/7/2017 al 31/12/17;

Su questi ultimi due punti attendiamo la conclusione delle determinazioni in corso per verificare l’esistenza di ulteriori economie e quindi di riduzione ulteriore della Ta.Ri.

D’altronde il Comune di Palo del Colle è stato menzionato e premiato da un soggetto terzo, quanto mai autorevole, come Legambiente Puglia che ci colloca tra i Comuni più virtuosi della nostra Regione essendo passati dal 12% al 72,2% di rifiuto differenziato. Questo straordinario risultato attesta che i cittadini di Palo hanno realizzato buone pratiche comportamentali che ci hanno portato a questo primo e importante risultato. Le azioni propedeutiche e in corso che hanno determinato questa performance positiva sono:

– contrasto all’abbandono indiscriminato nelle campagne e periferie infatti sono state comminate effettuate, ad oggi, 150 sanzioni;

– Campagne di comunicazione nelle scuole, coinvolgendo i ragazzi che hanno dimostrato grande entusiasmo e interesse nell’apprendere le nuove indicazioni per differenziare bene;

– sono stati programmati diversi interventi di bonifica delle periferie sia dai rifiuti urbani che dall’amianto;

– nel mese di ottobre 2017 è stata stipulata una convenzione con l’Associazione Don Bosco per realizzare un’operazione di bonifica denominata Mato Grosso. I ragazzi dell’Associazione provenienti da diverse zone d’Italia, insieme a ragazzi di Palo, hanno ripulito le nostre campagne dai rifiuti, differenziandoli dove possibile e il cui ricavato è stato poi dato in beneficienza ai bambini dell’America Latina;

– l’approvazione del regolamento per l’istituzione dell’albo dei compostatori;

– lotta all’evasione iniziando a incrociare tutte le banche dati in possesso dell’Ufficio Tributi;

– l’inizio del percorso che ci porterà a trasformare la tassa in tariffa ( Dlgs 158/99 ), lavoro avviato che nei prossimi mesi ci permetterà di realizzare la tariffa puntuale;

– Di fatto, partiamo per il 2019 con una tendenza ad una ulteriore diminuzione della tariffa che quantificheremo quando avremo chiuso tutte le partite finanziarie ancora aperte.

Il 2017 è stato il primo anno completo di gestione del servizio “ porta a porta”, il 2018 ci servirà ad affinare tutti gli elementi che danno vita al computo della tariffa per avere dati sempre più rispondenti al costo effettivo del servizio.

Per  permettere alla cittadinanza di seguire l’evoluzione di questo tributo, per costo e qualità del servizio, l’Amministrazione ha provveduto a istituire una commissione TARI. Nell’ottica di licenziare il bilancio di previsione 2019 entro l’anno, monitoreremo continuamente l’andamento del servizio, le azioni progettuali a supporto dialogando senza sosta con i soggetti chiamati a contribuire alla sua ottima realizzazione.

Un grazie sentito a tutta la cittadinanza per la grande disponibilità e disponibilità dimostrata ad un cambio epocale dal punto di vista ambientale. Ci conforta pensare che, in fondo, il bene comune è nel cuore e nelle buone pratiche della stragrande parte della popolazione di Palo del Colle. Lavoriamo insieme per far crescere ancora di più la nostra Città.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Last modified: 22/06/2018

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *